AtLAS-900 – In Sito

Analizzatore da processo basato su tecnologia laser (TDLAS) a singolo raggio

 

L’AtLAS-900 è un analizzatore laser per applicazioni industriali, in grado di misurare un gran numero di gas direttamente in sito, al camino.

La tecnologia TDLAS assicura dei tempi di risposta incredibilmente rapidi, una bassissima deriva e nessun effetto di interferenza dovuto ad altri gas nello stream.

 Ottimizzato per applicazioni industriali gravose e disponibile per area sicura o per area classificata Zona 1 / Zona 21 (certificato ATEX), l’AtLAS-900 ha un design molto robusto e include tutti gli accessori necessari per l’installazione e la calibrazione periodica.

Gas Misurabili

Ossigeno [O2]

Acqua [H2O]

Acido Fluoridrico [HF]

Acetilene [C2H2]

Monossido di Carbonio [CO]

Acido Solfidrico [H2S]

Ammoniaca [NH3]

Etilene [C2H4]

Diossido di Carbonio [CO2]

Acido Cloridrico [HCl]

Metano [CH4]

Versioni Multi Gas

Monossido di Carbonio + Diossido di Carbonio [CO+CO2]

Ammoniaca + Acqua [NH3 + H2O]

Acido Cianidrico + Acqua [HCN + H2O]

Acido Cloridrico + Acqua [HCL + H2O]

 

Caratteristiche Principali

Altissime Prestazioni

  • Il sistema a spettroscopia a lunghezza d’onda modulante consente un miglior rapporto segnale/disturbo e limita al minimo l’interferenza dovuta a polvere
  • Tecnologia a singolo raggio, nessuna interferenza dovuta ad altri gas nello stream
  • Altissima stabilità e ripetibilità
  • Tempi di risposta pressoché immediati

 

Semplice da Usare

  • Facile aggiustaggio dell’allineamento ottico
  • La logica modulare rende le operazioni di manutenzione in campo facilissime
  • Semplice da pulire in caso lo sporco si depositi sulle parti ottiche

 

Bassi Costi di Gestione

  • Misura in sito
  • Nessun sistema di prelievo richiesto
  • Bassa deriva, lunghi intervalli di manutenzione

 

Interfaccia

  • Interfacce I/O per auto-diagnosi, e allarmi
  • Display OLED integrato con tasti magnetici azionabili tramite penna magnetica senza bisogno di aprire la custodia dello strumento

 

Conformità alle Normative Europee

  • Direttiva bassa tensione 2014/35/UE
  • Direttiva EMC 2014/30/UE

 

ATEX

Certificato ATEX per Zona 1 / Zona 21 con modo di protezione:

II 2 G D      Ex db op is IIC T6 Gb Ex

Ex tb op is IIIC T80°C Db

Ta = -20°C to +60°C

Numero Certificato ATEX CML 18 ATEX 1400X

 

SIL 2

SIL 2 [ pending ]

 

Specifiche

Specifiche di Prestazione
Percorso Ottico0.3….20 metri [nota 1]
Precisione≤ ±1% FS
Errore di Linearità≤ ±1% FS
Ripetibilità≤ ±1% FS
Deriva di Zero & Span≤ ±1% FS / 6 mesi
Manutenzione≤ 2 volte / anno (pulizia finestre ottiche)
Calibrazione≤ 2 volte / anno
ProtezioneIP66
Tempo di Risposta≤ 1 sec. a T90
Segnali
Uscita Analogica2 x 4-20 mA isolate (carico max. 750 Ω)
Ingressi Analogici2 x 4-20 mA isolati [nota 2]
Uscite SerialiRS485 / RS232
Relay Output3 x (24V, 1A)
Specifiche Operative
Temperatura Sample0°C…1300°C [nota 3]
PressioneMax. 3 Bar assoluti
Contenuto di Polvere≤ 1 g/m3 oppure ≤ 30 g/m3
Contenuto di vaporeQualsiasi, non-condensante
InstallazioneIn sito
CollegamentoA saldare o con flangia DN40 PN 1.6 MPa
Flangia Valvola di RadiceDN50 PN 1.6 MPa (con valvola standard)
DN65 PN 1.6 MPa (gate valve per T > 300°C)
Alimentazione24 Vdc oppure 100…240 Vac, ≤ 20W
Temperatura Ambiente-20°C….+60°C
Umidità Ambiente≤ 90% non-condensante
Gas di PurgaAzoto o Aria strumenti purificata [nota 4]
Pressione: 0.3 MPa….0.8 Mpa
Portata: 0…4300 l/h [nota 5]
IN / OUT gas di purga: Ø 8 mm
Collegamenti ElettriciVersione ATEX: 1 x pressacavo armato per cavo 6.5 ÷ 10.5 mm. Versione safe: 2 x pressacavi per cavo 5 ÷ 8 mm
3 x imbocchi filettati M20 x 1.5 (con tappo)
1 x imbocco filettato M25 x 1.5 (con tappo)
Specifiche Fisiche
Materiali a contatto con il gasFinestre ottiche: Quarzo K9/JGS2
Custodia analizzatore: 6061 / SS 304
Assieme flangia/tubo: SS 316L
Valvola di radice: SS 304
[Nota 1]
Il percorso ottico minimo dipende dal gas e dal range. Contattare ADEV
[Nota 2]
Per eventuali compensazione di temperatura, pressione e impurità O2 nell’azoto di purga, se necessario
[Nota 3]
Per temperature > 500°C è richiesto sistema di raffreddamento ad acqua. Contattare ADEV
[Nota 4]
L’aria strumenti non può essere usata come purga in caso di misura di O2 a temperatura < 400°C
[Nota 5]
La portata esatta del gas di purga non può essere determinata a priori. Essa dipende da vari fattori tra cui la pressione e la portata del gas, nonché dal quantitativo e tipo di polvere.
Minimo suggerito:
per impianti in pressione positiva: 500 l/h per impianti in pressione negativa: 350 l/h

Applicazioni

  • Controllo Combustione & Emissioni
  • Controllo Ammonia Slip in impianti di trattamento Ossidi di Azoto (DeNOx)
  • Monitoraggi di Processo e di Sicurezza
  • Controllo Inertizzazione
  • Recupero Solventi & Recupero Zolfo
  • Industria Chimica & Petrolchimica
  • Industria dell’Acciaio
  • Gas di altoforno e di cokeria
  • Coal injection safety control
  • Centrali Elettriche
  • Addizione di NH3 in processi di riduzione selettiva catalitica (SCR)
  • Rigenerazione catalizzatori
  • Electric tar precipitator (ETP) safety control
  • Flue gas measurement outlet of process heaters, fractionators, thermal crackers, utility boilers & incinerators

Principio di Misura

 

Il principio di misura TDLAS (Tunable Diode Laser Absorption Spectroscopy) utilizza principalmente la caratteristica che la banda e la lunghezza d’onda dei diodi laser sintonizzabili cambiano con la corrente. Pertanto, modulando con precisione la corrente del laser sintonizzabili, si può scansionare un particolare picco di assorbimento del gas da misurare (senza assorbimenti dei gas di background).

E, dopo aver ottenuto la seconda armonica assorbita dal gas da analizzare, è possibile poi ottenere la concertazione del gas, utilizzando questa seconda armonica e la larghezza di linea.

Il sistema TDLAS è una tecnologia ad alta sensibilità, risoluzione e selettività nonché altissima velocità di sposta, ampiamente utilizzata per il monitoraggio di processi industriali.

 Tramite l’utilizzo di un laser modulabile a semiconduttore, l’AtLAS-900 scandisce lo specifico picco di assorbimento del gas da misurare (e non dei gas di background) per ottenere la seconda armonica del gas. Processando e analizzando la seconda armonica e le informazioni sull’allargamento della banda, viene ottenuto il dato sulla concertazione volumetrica del gas.